Trattamenti riabilitativi e linfodrenanti: tutto quello che c’è da sapere

Immersa nel meraviglioso paesaggio del Trentino, Villa Regina ad Arco è una casa di cura che offre servizi di lungodegenza e riabilitazione. Il centro è specializzato soprattutto nella riabilitazione linfologica. Si tratta di una struttura che propone una serie di trattamenti studiati ad hoc per favorire il benessere della persona. La struttura comprende tutto quello che serve per il riposo ma anche la riabilitazione dei pazienti come la piscina con acqua termale, il verdeggiante parco e la palestra per la ginnastica dolce di gruppo oppure lo stretching con il fisioterapista. Ogni ospite ha un percorso pedonalizzato da seguire che viene studiato in base alle patologie presenti.

Per capire meglio che quali sono i trattamenti della riabilitazione linfologica, le patologie che li richiedono anche a quali sono i sintomi che devono far alzare il telefono per prendere appuntamento, basta leggere di seguito.

Quando richiedere un trattamento drenante

La casa di cura Villa Regina Arco di Trento è all’avanguardia nei trattamenti volti a ridurre la ritenzione idrica e altre patologie che causano il ristagno di liquidi. Per esempio, si parla di linfedema che può esser di vario tipo. Esiste il linfedema primario, che è legato a cause congenite, oppure secondario, cioè legato ad altre cause. Se il linfedema è di tipo combinato significa che è legato a patologie circolatorie, problemi trombotici, malattie reumatiche, neurologiche, ortopediche.

Il trattamento drenante è prezioso anche per trattare l’edema che naturalmente si presenta dopo operazioni chirurgiche oppure traumi. Per esempio, spesso dopo gli interventi di chirurgia plastica, si può ridurre l’edema, il gonfiore e la stasi dei liquidi con terapie linfodrenanti, velocizzando la guarigione e il ritorno alla normalità.

Altre patologie che la casa di cura Villa Regina tratta quotidianamente sono la stasi vasolinfatica che produce un edema in seguito a malattie venose profonde e croniche ma anche sovrappeso, gravidanza. Quando si parla di lipoedema si fa riferimento alla diffusione e al deterioramento del tessuto grasso, soprattutto nelle gambe.

I sintomi del linfedema

Nel momento in cui si notano già i primi sintomi del linfedema, si può prenotare una prima visita linfologica al Villa Regina. Intervenire prontamente è fondamentale, sebbene anche nelle situazioni che sembrano disperate gli esperti hanno comunque in serbo trattamenti e terapie che migliorano sensibilmente la qualità della vita. Per esempio, una persona con gambe talmente gonfie da non poter camminare, dopo 4 settimane di terapia drenante riconquista l’autonomia e l’autosufficienza.

Tre i sintomi del linfedema ci sono le vene varicose e un’alterazione del colore della pelle. Infatti, si formano zone giallastre, blu e violacee. La pelle si fa più spessa ma anche più fragile, cioè più facilmente attaccabile da infezioni. Si avverte prurito nell’arto coinvolto e tensione. La sensazione di pesantezza è comune a moltissimi pazienti che arrivano da tutta Italia per curarsi a Villa Regina ad Arco. Infine, si può registrare anche maggiore difficoltà di movimento, fino addirittura all’impossibilità di muovere l’arto, come anticipato prima.

SHARE