Le leghe dell’oro: quali sono e che valore hanno

È importante conoscere quali sono le principali leghe di oro, le quali possono esser tutte portate a far valutare presso un negozio di compro oro a Roma per poter avere subito un bel guadagno.

L’oro giallo: il classico dei classici

In natura, l’oro è di colore giallo. Si tratta di un minerale che si ottiene tramite attività estrattiva. L’oro è sotto forma di una pepita, una sorta di sasso ma di colore giallo. La pepita grezze deve esser pulita e lavata. L’oro si contraddistingue per il suo colore giallo intenso molto accesso e da sempre è utilizzato per realizzare molti oggetti e gioielli preziosi. Per conoscere il valore dell’oro, basta andare in negozio che opera nella compravendita di oggetti preziosi e scoprire quanto è quotato, cioè quanto denaro si riceve per un grammo di oro. Ogni oggetto realizzato in oro giallo rappresenta una possibile opportunità di guadagno.

L’oro bianco: simile all’argento

Esistono diverse leghe metalliche che sono realizzate con l’oro. Una delle più conosciute, diffuse e anche pagate meglio è l’oro bianco. Si tratta di un metallo che ha un colore simile all’argento ma con dei toni più caldi. Per produrre questa lega si utilizzava oro giallo e nichel, ma poi si è scoperto che il nichel poteva dare problemi di allergia. Per questa ragione, oggi l’oro bianco si realizza fondendo insieme oro giallo e palladio. Un gioiello, anche se vecchio e rovinato, può essere portato presso un negozio di compro oro a Roma per avere del contante in cambio.

L’oro rosa: la lega più delicata e usata oggi

Un negozio di compro oro a Roma accetta ben volentieri anche gioielli in oro rosa. Si tratta di una lega che si crea con oro giallo, un po’ di argento e rame. Questo metallo ha un colore che assieme al giallo dell’oro diventa meno acceso, ma molto più bello. Si usa moltissimo per realizzare gioielli oggi e molto spesso le fedi nuziali sono cos’ realizzate. Se nella miscela non c’è l’argento, allora si parla di oro rosso.

SHARE