J.K. Rowling: il marchio “Harry Potter” vale attualmente 25 miliardi di dollari

Joanne Rowling, l’autrice della celebre saga di Harry Potter, è passata all’essere disoccupata a miliardaria in appena 5 anni. La scrittrice, sola e con una figlia a carico, decise di realizzare il primo racconto sul celebre maghetto, in un café di Edinburgo. Nel 1997, dopo la pubblicazione del primo libro della serie, che ha appassionato il mondo intero, è diventata estremamente facoltosa. Attualmente, è la scrittrice più ricca al mondo, infatti, guadagna ben 95 milioni di dollari all’anno, ovvero 1,6 milioni di dollari al giorno.

Il rifiuto da parte di molti editori

Il romanzo di Harry Potter, prima di essere pubblicato, è stato rifiutato da diversi editori. A capire le potenzialità dell’opera è stato solo Nigel Newton, di Bloomsbury Publishing, che ha utilizzato la propria figlia come cavia, la quale, non solo ha divorato il libro in tempi record, ma ha chiesto di poter leggere il proseguo. L’editore, quindi, avendo avuto conferma delle potenzialità del testo, si è convinto a pubblicarlo.

Tuttavia, il nome della scrittrice non è stato riportato per intero, ovvero Joanne, ma solo la sigla J.K., poiché gli editori hanno pensato che ciò avrebbe favorito le vendite del testo, in quanto ai bambini avrebbe potuto dare fastidio sapere che il libro era stato scritto da una donna. Le prime 500 copie, molte delle quali furono destinate a biblioteche, hanno fatto guadagnare alla Rowling, circa 3.000 euro.

Nono posto nella classifica degli autori inglesi più letti

Tuttavia, è bene specificare che, anche se la scrittrice è campionessa di incassi, si trova solo al 9 posto nella classifica degli autori inglesi più letti di tutti i tempi. A superarla sono personalità del calibro di William Shakespeare, Agatha Christie, Charles Dickens, Barbara Cartland. La Rowling si trova dietro anche rispetto a Jane Austen, della quale è una fan accanita. Ha affermato, infatti, di aver letto Emma più di 20 volte e che il suo personaggio letterario preferito, sul quale ha fantasticato maggiormente e dal quale ha preso spunto, è Elizabeth Bennet, ovvero la protagonista di Orgoglio e pregiudizio.

Tanta beneficienza

Per capire il successo che ha raggiunto Harry Potter, basta sapere che la prima edizione del libro, attualmente viene venduta ad un prezzo compreso tra i 40 mila ed i 55 mila dollari. Tuttavia, se il libro è in buone condizioni, la cifra può virare anche verso i 5 zeri. Ad oggi, del resto, la celebre saga ha venduto la bellezza di 500 milioni di copie ed il marchio “Harry Potter”, vale ben 25 miliardi di dollari.

Va però specificato che la Rowling, avendo vissuto tanti anni in condizioni di indigenza, è estremamente attiva con la beneficienza. Sembra, infatti, che, a causa delle continue donazioni effettuate, nel 2012, la donna sia stata esclusa dalla classifica dei miliardari di Forbes, perché declassata a milionaria. Quell’anno, infatti, aveva donato la bellezza di 160 milioni di dollari. Sembra, quindi, che il successo non l’abbia cambiata poi molto e che sia rimasta con i piedi ben saldi a terra.

SHARE