Come arredare una cucina in stile industrial

Il design non si suddivide solo in classico e moderno. Ci sono infatti tante sfaccettature, una delle quali è proprio lo stile industrial. Questo tipo di design trae ispirazione dai loft newyorkesi, costituiti da grandi open space dove materiali in contrasto tra loro danno vita ad un ambiente dinamico e con carattere.

Gli elementi che permettono di riconoscere immediatamente lo stile industrial sono sicuramente i materiali come ghisa, acciaio, legno, vetro. Creare contrasto tra materiali per un effetto grintoso è quello che contraddistingue di più questo tipo di design. Il tutto, può essere accentuato da tubi, cappa dalle tonalità scure, mensole aperte con barattoli in vetro a vista e piante come elemento d’arredo per un tocco green.

Il piano di lavoro dovrebbe decisamente essere in scuro. Un esempio? Tra gli agglomerati di quarzo Santamargherita potete trovare tantissimi colori perfetti per dare un vero tocco industrial alla vostra cucina. Ecco alcuni esempi: Vulcano, Iron, Ardenne, Maui, City Dark sono solo alcune delle tante tonalità tra cui potete scegliere. Queste colorazioni, abbinate a mobili color legno oppure ad ante laccate in sfumature scure, tireranno fuori il vero animo industrial della cucina. L’agglomerato in quarzo, inoltre, è un materiale resistente ai graffi e alle abrasioni, poco poroso e quindi non si macchia e non assorbe liquidi. È facilmente igienizzabile e si adatta bene a diverse tipologie di lavorazione, per assecondare ogni richiesta.

Oltre ai mobili e al piano di lavoro, è molto importante scegliere anche gli altri elementi d’arredo con cura, dall’illuminazione fino al colore delle pareti.

Visto che le tonalità su cui si orienta lo stile industrial sono molto scure, è bene controbilanciare l’ambiente con una buona illuminazione. I loft in cui nasce questo design, infatti, sono spesso caratterizzati da grandi vetrate, pertanto, se hai la possibilità di godere della luce naturale proveniente da ampie finestre, ancora meglio. In alternativa, opta per lampade con lampadina a vista, faretti oppure per lampade a goccia. Anche le lampade a sospensione sono un’ottima idea.

Per quanto riguarda il colore delle pareti invece, puoi osare con colori scuri effetto cemento oppure optare per varie sfumature di grigio, dal ferro al color antracite. L’importante, è che si resti su tonalità opache. Un’altra possibilità, sono i mattoncini rossi, tipici dei loft americani. Un altro dettaglio interessante, spesso presente sulle pareti delle cucine industrial, sono grandi lavagne su cui è possibile scrivere realmente con dei gessetti. Non devi avere paura di mixare materiali e colori, anzi. La bellezza di questo stile sta proprio nel non sembrare perfetto, quando in realtà ogni singolo dettaglio è pensato alla perfezione.

Lo stile industrial non è per tutti. È meno funzionale di altre tipologie di design, specialmente se si considera che le mensole e i mobili sono per buona parte a vista e quindi è molto importante tenere pulito e in ordine. Se però vuoi sperimentare qualcosa di diverso, allora lasciati ispirare dalle tante proposte di cucine industrial e immaginati in questo tipo di ambiente. Come ti sembra?

SHARE