Blog DTCoin su Criptomoneta Libra Facebook

    Oltre a Il Sole 24 Ore anche blog autorevoli quali il Blog di DTCoin hanno detto la loro sulla criptomoneta Facebook. Dopo l’annuncio ufficiale del 18 giugno 2019, la Criptomoneta Libra è sulla bocca di tutti. Perché tutto questo clamore rispetto ad una tra le ormai tante criptomonete in circolazione? Semplice: Libra è la criptomoneta di Facebook e a dare l’annuncio della sua nascita è stato proprio il fondatore del social network più famoso e diffuso al mondo, Mark Zuckerberg. Perché Facebook ha deciso di immettere moneta digitale? A chiarire le motivazioni di questa operazione, ci pensa lo stesso Zuckerberg che in un post ha dichiarato: “Vogliamo rendere facile per tutti inviare e ricevere denaro proprio come accade con le nostre app per condividere messaggi e foto”. Ma come funzionerà Libra (che verrà messa in circolazione in modo effettivo nel 2020)? E come si potranno effettuare i pagamenti con questa criptomoneta? Innanzitutto c’è da chiarire una cosa: per quanto la gestione di Libra sia affidata dalla Libra Association, una associazione non profit basata a Ginevra (che si compone di 28 entità tra istituzioni accademiche internazionali, aziende e associazioni no profit), la Federal Reserve americana ha chiesto a gran voce chiarimenti circa tutti gli aspetti che dovrebbero regolarla in campo finanziario. Quindi fino a quando questi aspetti non verranno messi a punto, i dettagli circa il funzionamento di Libra saranno poco attendibili. Naturalmente da parte di Facebook e dal suo CEO Mark Zuckerberg, c’è tutta la disponibilità – e l’interesse – a far sì che tutte le parti collaborino e siano in armonia. Ma perché il nome Libra? Il significato del nome di questa criptovaluta di Facebook va ricercata probabilmente nella simbologia che racchiude. In latino infatti, Libra vuol dire ‘bilancia’, quindi un simbolo di equilibrio, di uguaglianza. Il nome di questa moneta digitale quindi, risulta molto suggestivo, soprattutto se in effetti una volta immessa, manterrà le sue promesse. Come tutte le criptomonete infatti, anche quella di Facebook nasce con l’intento di creare un sistema di scambio economico più equo. Grazie alla tecnologia blockchain (che viene utilizzata da tutte le altre monete digitali), è certo che Libra garantirà transazioni sicure e condivisibili. Quindi anche operazioni commerciali più limpide e pagamenti sicuri, e soprattutto più democratici e accessibili. Stando alle dichiarazioni di Zuckerberg infatti, Libra potrà essere utilizzata a scopi di scambio commerciale anche da tutte quelle persone nel mondo che attualmente non posseggono un conto corrente bancario (o comunque servizi simili).

    SHARE