Trappeto. Il 13 luglio memoria e cultura per i 25 anni della strage di via D’Amelio

Continuano gli appuntamenti dell’estate sul lungomare trappetese. Questa volta vanno di scena cultura e memoria in occasione dei 25 anni della strage di via D’Amelio dove perse la vita il giudice Paolo Borsellino insieme agli uomini della sua scorta.

L’evento è organizzato dal SIAP, Sindacato Italiano Appartenenti Polizia e si svolgerà a partire dalle 18.00, moderatore dell’incontro sarà Luigi Lombardo, Segretario Nazionale Aggiunto presso la SIAP, interverrà inoltre Salvatore Borsellino, fratello del magistrato ucciso da cosa nostra il 19 luglio 1992.

Quattro i libri raccontati dagli autori: “Il bandito della guerra fredda” di Pietro Orsatti in cui viene esposta la storia di Salvatore Giuliano e di Portella della Ginestra.

“Crimini al microscopio” di Paola Di Simone, Funzionario della Polizia Scientifica di Palermo. Biologa e Specialista in Genetica Medica. “Il vurricatore” di I.M.D., poliziotto e scrittore, autore delle più importanti catture di latitanti. “Quel terribile 92” di Aaron Pettinari, giornalista e capo redattore di ANTIMAFIADuemila.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore