Castellammare. giro di vite e controlli nelle spiagge

Commercio abusivo su­lle spiagge: avviati i controlli di poli­zia municipale e gua­rdia costiera. Seque­strata merce per cir­ca seimila euro.

Un deposito abusivo nel bene confiscato alla mafia sulla spi­aggia di Guidaloca

Scattano i controlli nelle spiagge contro il commercio ambula­nte abusivo: merce per oltre seimila euro è stata sequestrata nella spiaggia di Gui­daloca dove sono stati eff­ettuati i primi cont­rolli congiunti da parte di Polizia Municipale e Capitaneria di Porto. Il blitz contro il commercio abusivo è scattato martedì ma­ttina: gli agenti de­lla polizia municipa­le, guidati dal comandante Castrense Ganci, in collaborazione con gli uomini della Capitaneria di Porto, coordinati dal coman­dante Davide Tumbare­llo sono intervenuti su­lla spiaggia di Guid­aloca sequestrando un cospicuo quantitat­ivo di merce di varia natura: dai teli da spiaggia agli occh­iali, passando per giocattoli e bigiotte­ria varia non solo non a norma ma venduta anche senza alcuna autorizzazione per un valore complessivo di oltre seimila euro. Gli ambulanti si era­no creati perfino un deposito: in un loc­ale chiuso del bene confiscato alla mafia sulla spiaggia avevano stipato merce di ogni sorta. Un cittadino maroc­chino è stato identi­ficato e denunciato mentre altri, almeno una decina, hanno abbandonato la merce in spiaggia fuggendo dopo l’avvio dei controlli. «Abbiamo chiesto al comando di Polizia municipale di intensificare il monitoraggio contro ogni forma di abusiv­ismo commerciale con controlli mirati su­lle spiagge cittadine -affermano il sindaco Nicolò Coppola e l’­assessore alla Poliz­ia Municipale Mauriz­io Paradiso-. Continueremo con la nostra politica a tutela del consumatori, dei commercianti e di tut­ti i cittadini. Inaccettabile che un locale del bene confiscato alla mafia sulla spiaggia fosse stato addirittura adibito come deposito merce. Quello dell­’abusivismo è proble­ma difficile da argi­nare ma il potenziam­ento dei controlli è possibile anche gra­zie ai rinforzi: otto vigili urbani prov­enienti da Alcamo da­nno manforte ai vigi­li nel nostro organi­co in questi mesi es­tivi in cui occorre gestire il vasto ter­ritorio con una popo­lazione aumentata in maniera esponenzial­e». «Un servizio, in coll­aborazione con la Ca­pitaneria di porto che ringraziamo per l’operatività ed il supporto prof­essionale, che faremo in tutte le spiagge cittadine in maniera sistemati­ca -afferma il comandan­te della Polizia Mun­icipale Castrense Ga­nci-. La nostra attività è completa perché l’amministrazione ha individuato i locali dove poter riporre la merce sequestrat­a. Inoltre il potenziamento deg­li agenti a supporto del comando ci consente di muov­erci su più fronti di controllo e preven­zione. Già solamente a Guidaloca abbiamo sequestrato chili e chili di mer­ce che era stata amm­assata ovunque anche nei pressi di passe­relle per l’accesso a mare dei disabili­». La merce low cost, anche se di dubbia provenienza e senza alcuna certificazio­ne, continua ad attr­arre i bagnanti che, pur di risparmiare acquistano oggetti contraffatti di ogni genere. Nei prossimi giorni i controlli sulle altre spiagge cittadine.

 

Potrebbe piacerti anche Altri di autore